movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

A Prato riapre a ottobre il Centro Pecci per l’Arte Contemporanea

Dettagli evento

A Prato riapre a ottobre il Centro Pecci per l’Arte Contemporanea

Ora: 16 Ottobre 2016 a 31 dicembre 2016
Luogo: Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci
Città: Prato
Sito web o mappa: http://www.centropecci.it/
Tipo di evento: inaugurazione, architettura, arte contemporanea, mostra, pecci, prato
Organizzato da: Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci
Attività più recente: 8 Lug 2016

Esporta in Outlook o iCal (.ics)

Descrizione evento

E’ stato presentato alla stampa l’ampliamento del Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, realizzato dall’architetto Maurice Nio, dalla curiosa forma di ciambella/astronave spaziale. Il nuovo Centro, che aprirà al pubblico il 16 ottobre 2016, oltre a spazi espositivi più che raddoppiati, avrà a disposizione anche l’archivio e la biblioteca specializzata, che conta un patrimonio di oltre 50.000 volumi, il teatro all’aperto, un cinema/auditorium, uno spazio performativo all’interno delle gallerie, un bookshop, un ristorante, un pub/bistrot.

La Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana è lo strumento appena nato, istituito dal Comune di Prato e sostenuto dalla Regione Toscana, per gestire il Centro. Ad esso, inoltre, la Regione Toscana ha attribuito il coordinamento del contemporaneo in regione.

La rinnovata struttura vuol essere un luogo non solo espositivo, ma il più versatile e trasformabile possibile, basato sulla sperimentazione e la ricerca. Ne è la testimonianza la mostra inaugurale, intitolata La fine del mondo, che occuperà l’intera superficie espositiva del museo, con un fitto programma di eventi collaterali e interventi multidisciplinari. La mostra ospiterà opere di artisti internazionali come quelle dello svizzero Thomas Hirschhorn, del cubano Carlos Garaicoa, del cinese Qiu Zhijie o del brasiliano Henrique Oliveira, con anche interventi di architetti, musicisti, operatori teatrali come parte integrante del percorso espositivo.

 

La riapertura del Centro Pecci darà anche l’opportunità di ospitare, nella città di Prato, una serie di eventi e mostre parallele. Mentre sono già in programma conferenze con personalità di fama internazionale (da Zygmunt Bauman a Luis Sepúlveda a David Grossman) o iniziative come il Forum dell’arte contemporanea italiana, fino a un’articolata attività didattica, che storicamente fu avviata da Bruno Munari, e, infine, un progetto di mappatura della creatività emergente in Toscana.

 

Dall’autunno, in concomitanza con la riapertura, il Centro Pecci organizzerà presso BASE Milano (negli spazi ex-Ansaldo) delle anteprime e incontri sul tema dell’arte contemporanea.

Spazio commenti

Commento

RSVP perché A Prato riapre a ottobre il Centro Pecci per l’Arte Contemporanea possa aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

Commento da Maurizio Caminito su 8 Luglio 2016 a 15:04

Contemporaneamente nasce il CENTRO PECCI JOURNAL (http://www.centropecci.it/it/journal), uno spazio virtuale di “costruzione” della mostra inaugurale che sarà arricchito di volta in volta da anticipazioni, video e foto di backstage, interviste coi protagonisti della mostra.

Un luogo partecipato, interattivo e aperto a tutti. Un esperimento che riformula il concetto stesso di esclusività dell’informazione, anticipando i contenuti della mostra, mettendoli a disposizione di tutti e soprattutto modificandoli progressivamente a seconda della partecipazione del pubblico, del flusso di contributi e degli stimoli ricevuti. Un nuovo modo di comunicare la mostra e le attività del Centro attraverso la condivisione con tutte le comunità online che, quotidianamente, interagiscono sui social media.

Partecipo (1)

© 2022   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio