movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

"Abbiamo lasciato un segno a chi vuole continuare…”

LA SCUOLA DI MARIO LODI “Abbiamo lasciato un segno a chi vuole continuare…” (Mario Lodi)

 

La mostra, dal 3 al 25 febbraio a Cremona, racconta l’esperienza educativa del maestro Mario Lodi e dei suoi ragazzi avvenuta nelle scuole elementari di San Giovanni in Croce e del Vho di Piadena (Cremona) dal 1948 al 1978. Per scuole, università, comuni, biblioteche, associazioni e per chiunque voglia conoscere o trovare spunti di approfondimento del pensiero di Mario Lodi la cui opera ha segnato la storia intellettuale del nostro Paese.

Le foto testimoniano i luoghi, i volti, l’ambiente di una realtà scolastica che ha contribuito in modo significativo al rinnovamento della pedagogia italiana e internazionale aprendo nuovi orizzonti alle pratiche di insegnamento.

Attraverso gesti, sorrisi, emozioni e azioni si entra nella vita di una piccola comunità di bambine e di bambini che, insieme al loro maestro, scoprono il mondo e la società.

Un percorso visivo che racconta l’attualità di una didattica attiva e la visione di una scuola basata su valori positivi come la solidarietà, la cooperazione, la collaborazione, in cui ciascun bambino possa sviluppare le proprie attitudini e intelligenze, le proprie capacità espressive, creative e logiche.

Una mostra grazie alla quale ritroviamo la forza dell’eredità culturale e pedagogica di un grande maestro e il messaggio di stimolo e speranza per chi vuole continuare a percorrere il cammino tracciato.

Le parole che accompagnano le fotografie della mostra sono sempre parole di Mario Lodi e dei suoi alunni e danno voce e risalto a una straordinaria quotidianità di pratica educativa. A partire dalle varie tecniche ispirate al metodo di Celestine Freinet, si delinea man mano il progetto di una scuola rispettosa della cultura del bambino, una scuola creativa e scientifica in cui i bambini possono sperimentare la democrazia imparando a vivere ogni giorno da cittadini liberi e responsabili.

Tutti i testi sono tratti da interviste, articoli, film, giornalini scolastici, relazioni di lavoro, lettere private e dai seguenti libri: Il paese sbagliato, C’è speranza se questo accade al Vho, Insieme: giornale di una quinta elementare, Il mondo, Guida al mestiere di maestro, L’arte del bambino.

La mostra è stata ideata da un gruppo di lavoro della Casa delle Arti e del Gioco - Mario Lodi coordinato da Cosetta Lodi. Durante il periodo di apertura della mostra è previsto un calendario ricco di proposte a appuntamenti

INAUGURAZIONE

3 febbraio 2018 ore 11

Museo del Violino Padiglione Andrea Amati

piazza Marconi, Cremona

La mostra sarà aperta al pubblico dal 3 al 25 febbraio

Orari martedì-domenica dalle 10,00 alle 17,30. Ingresso libero.

INFO Comune di Cremona - Settore Politiche Educative

0372 407785 politiche.educative@comune.cremona.it

Visualizzazioni: 27

Commento

Devi essere membro di movimENTI CULTURALI per aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

© 2018   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio