movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

Quando la moda incontra l’arte: Vivienne Westwood e la Wallace Collection

Dettagli evento

Quando la moda incontra l’arte: Vivienne Westwood e la Wallace Collection

Ora: 2 Giugno 2015 a 31 Agosto 2015
Luogo: Wallace Collection
Via: Hertford House - Manchester Square
Città: Londra
Sito web o mappa: http://www.wallacecollection.…
Tipo di evento: arte, moda, museo, architettura
Organizzato da: The Wallace Collection
Attività più recente: 19 Lug 2015

Esporta in Outlook o iCal (.ics)

Descrizione evento

Un recente articolo del Guardian critica i nuovi mecenati, gli stilisti di grido che inaugurano delle gallerie d’arte, ma che poi le riempiono con opera di artisti “alla moda”, cedendo al gusto corrente, senza quindi esprimere in queste scelte alcuna creatività e originalità. (http://www.theguardian.com/artanddesign/jonathanjonesblog/2015/jun/01/prada-louis-vuitton-new-patrons-of-art-shame-theyre-so-boring).

Le collezioni permanenti di Prada a Milano e Vouitton a Parigi, ospitate in edifici appositamente progettati da archistar, ne sono un esempio (e vengono definite senza mezzi termini “noiose”).

Un esempio di rapporto tra arte e moda che invece viene indicato come proficuo e stimolante è quello che lega Vivienne Westwood alla Wallace Collection, il museo storico di Londra famoso per la sua collezione di pittura francese del Settecento, di mobili e di porcellana di Sèvres. Tra i pezzi più pregiati si segnalano le splendide opere di Nicolas Poussin, Claude Lorrain, Antoine Watteau, François Boucher, Jean-Honoré Fragonard, Tiziano, Pieter Paul Rubens, Van Dyck, Frans Hals, Rembrandt, Diego Velázquez, Canaletto, Théodore Géricault, Eugène Delacroix, Camille Corot, Ernest Meissonier, ecc. (http://www.wallacecollection.org/).

E proprio a questa collezione d’arte la Westwood, più nota al grande pubblico per il suo rapporto con la scena musicale londinese al tempo del movimento punk, si è speso ispirata nelle sue collezioni, come lei stessa rivela in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=oeks06DA6ZM#t=27.

La Westwood si confronta intensamente con i dipinti di scuola francese della Wallace Collection. “Le pinacoteche sono essenziali per la mia attività – spiega -, e non solo per i ritratti in costume, ma anche per i paesaggi e le nature morte, dove le armonie tra colore, disegno e movimento possono generare tante idee”. La sua dichiarazione d’amore per la pittura raggiunge il culmine nella presentazione della collezione Portrait (1990-91), che suggerisce in modo esplicito che le modelle siano appena uscite dalla cornice di un quadro. Ed esplicito è pure il tributo a Boucher, una cui opera, Dafni e Cloe, è addirittura riprodotta in fotostampa sui corsetti e sugli scialli.

 

THE WALLACE COLLECTION

Hertford House

Manchester Square

London

Spazio commenti

Commento

RSVP perché Quando la moda incontra l’arte: Vivienne Westwood e la Wallace Collection possa aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

Partecipo (1)

© 2022   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio