movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

Biennale di Venezia, padiglione Italia a Torino

Biennale di Venezia, padiglione Italia a Torino

Ultimi quindici giorni (fino al 29 febbraio 2012 ) per fare un bel giro al Palazzo Esposizioni, Sala Nervi, Corso Massimo D'Azeglio, 15f, Torino, con l'evento dell'anno la Biennale di Venezia, Padiglione Italia, sono tante le proposte, tante opere, tanti gusti e modi di vedere "l'arte."


Biennale di Venezia, padiglione Italia a Torino al Palazzo Esposizioni, Sala Nervi, Corso Massimo D'Azeglio, 15f, Torino.
La mostra di Torino Esposizioni è l'estensione della 54^ edizione della Biennale di Venezia, anzi del "Padiglione Italia."
Potrete ammirare le opere di settecento artisti selezionati per il padiglione Italia della sede torinese della Biennale. Un' edizione speciale subalpina, legata anche ai 150 anni.
Io espongo due opere, di cui una titolata:


"Good Bye Alitalia"
Installazione
1,75 x 30 2011
(ferro, tessuto, accessori)


A distanza di anni dai tempi in cui si lottava con ottimismo per ottenere i diritti fondamentali del lavoro e quelli paritari della donna, si è dovuto fare i conti con la situazione odierna di precarietà, in cui i simboli di potere quali la nostra compagnia di bandiera sono stati messi al bando. Resta il ricordo dolce-amaro di un insieme di colori che completava il nostro senso di appartenenza ad un paese che non sembra più lo stesso.
E' anche un omaggio al vestito della donna Italiana, la divisa delle Assistenti di volo Alitalia, da oltre 30 anni più conosciuta nel mondo.



Titolo 2 opera: "Oppressione" composizione tecnica mista. 60x90 - 2011
E' tempo di imparare a fare cose nuove con la ragione, l'intelligenza e la verità.
E' tempo per non restare indifferenti ma agire in favore della pace, giustizia sociale e libertà.

In pratica, una denununcia che si propone una riflessione sulla la mancanza di libertà di cui soffrono numerosi Popoli e minoranze, poi altre forme di oppressione: ci sono in Italia, nuovi poveri, dagli operai in cassa integrazione e licenziati al ceto medio oberato dai debiti.
Il nostro è un Paese in cui i fondamenti della convivenza civile e forse della stessa democrazia sono erosi da tante disuguaglianze.


Curatore: Vittorio Sgarbi,
Coordinatore Generale: Giorgio Grasso,
Giorgia Cassini.
Organizzazione: Kleements & McOellin
Organizzazione artistica: Slide Events
Ufficio Stampa, catalogo: B52 Communication s.a.s di Sara Ratti e C.“

Dal 17 dicembre 2011, al 29 febbraio 2012 .
Ingresso libero
Orari:
Dal martedì alla domenica dalle 14:00 alle 20:00

  • fotografia
  • fotografia
  • fotografia
  • fotografia

Commento

Devi essere membro di movimENTI CULTURALI per aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

© 2021   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio