movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

Copyright: Google ha vinto la battaglia per digitalizzare i libri, contro gli editori U.S.A.

Il progetto Google Books vince in tribunale. Si tratta di Fair use e non di violazione di copyright

La vittoria di Google nel caso copyright relativo al progetto di digitalizzazione di milioni di libri, potrebbe segnare un’ulteriore rafforzamento del motore di ricerca di Mountain View nell’arena del Web. Da anni gli autori accusavano Google di violare il diritto d’autore, digitalizzando milioni di libri per creare una biblioteca online senza permesso. Il sogno di una “biblioteca universale” in versione digitale, com’era stata la Biblioteca d’Alessandria per l’antichità, si era scontrato con le pesanti riserve e preoccupazioni degli autori. Ma Denny Chin, giudice del circuito di Manhattan, ha accettato le argomentazioni di Google: il motore di ricerca ha passato allo scanner 20 milioni di libri ed offre un piccolo “assaggio” di testo online, fra l’altro stimolando l’acquisto. Non è violazione di copyright ma solo “fair use”.

La causa dello US Authors Guild risale al 2005. Il primo patteggiamento venne proposto nel 2008, quando Google mise sul piatto 125 milioni di dollari di risarcimento. Nel marzo 2011 il nuovo settlement venne respinto perché concedeva a Google un monopolio de facto per copiare i libri. I termini finanziari dell’accordo non sono stati resi noti.

 

Google ha già stretto accordi, com’è noto, con oltre 40 biblioteche sparse per il mondo, negli Stati Uniti, in Inghilterra, Germania, Francia, Austria, Spagna, Olanda, Repubblica Ceca, Giappone. Si tratta di biblioteche nazionali di rilevanza mondiale, come la Bayerische Staatsbibliothek di Monaco di Baviera, la British Library di Londra, l’Österreichische Nationalbibliothek di Vienna, la Nationale Bibliotheek van Nederland de L’Aja.

La controversia è nata quando all’interno del patrimonio digitalizzato sono state incluse anche opere ancora protette dal diritto d’autore, senza l’autorizzazione preventiva degli aventi diritto.

In Italia Google ha siglato un accordo con il MiBac (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali) per la catalogazione e la digitalizzazione di circa un milione di libri non protetti da copyright, conservati nelle Biblioteche di Roma e Firenze, ma anche di Napoli.

 

(FONTE: ITespresso.it)

Visualizzazioni: 33

Commento

Devi essere membro di movimENTI CULTURALI per aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

© 2020   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio