movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

BIM e CAD rappresentano due approcci alla progettazione ed alla documentazione di un edificio fondamentalmente diversi. Le applicazioni CAD (Computer Aided Design) imitano il tradizionale processo che avveniva al tecnigrafo, quindi si creano dei disegni bidimensionali attraverso elementi grafici 2D (linee, tratteggi, testi, ecc.). I disegni CAD, come i tradizionali disegni su carta, sono creati indipendentemente l'uno dall'altro, quindi ogni modifica al progetto va riportata manualmente in ogni elaborato CAD. Le applicazioni BIM (Building Information Modeling) imitano il reale processo costruttivo. Invece di creare disegni 2D a linee, l'edificio viene realizzato virtualmente attraverso elementi costruttivi "reali" come muri, solai, finestre, tetti, ecc. e questo permette ai progettisti di seguire una logica progettuale più aderente alla pratica costruttiva. Dal momento che tutti i dati sono contenuti nell'edificio virtuale, ad ogni modifica del modello segue l'aggiornamento automatico di tutti i disegni da esso derivati. Con questo approccio integrato al modello, il BIM non offre solo un notevole incremento di Mentre i modelli creati per la presentazione contengono solo la geometria 3D e la descrizione dei materiali necessari alla rappresentazione realistica del manufatto, i veri modelli BIM, oltre alla geometria, contengono una gran quantità di dati per la pianificazione, la documentazione, il computo e la gestione dell'edificio produttività, ma pone anche le basi per una progettazione più coordinata ed un processo costruttivo che parte dal modello computerizzato. Infatti, mentre i modelli creati per la presentazione contengono solo la geometria 3D e la descrizione dei materiali necessari alla rappresentazione realistica del manufatto, i veri modelli BIM, oltre alla geometria, contengono una gran quantità di dati per la pianificazione, la documentazione, il computo e la gestione dell'edificio.

Un premio Internazionale, il buildingSMART International Awards, seleziona ogni anno i migliori progetti che prevedono l’uso del sistema BIM: https://www.buildingsmart.org/news/bsi-awards-2018/ e in Italia gli ordini professionali degli Architetti e degli Ingegneri sono molto attivi nel promuovere l’applicazione BIM. Ad esempio l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia organizza il prossimo 17 dicembre presso la Casa dell’Architettura di Roma il seminario “Digitalizzazione e BIM. La collaborazione orizzontale nella fase di progettazione e costruzione”.

Entro il 2025 tutte le opere pubbliche in Italia dovranno essere progettate, realizzate e gestite con il Building Information Modeling. In particolare, dal 2019 scatterà l’obbligo per le stazioni appaltanti di prevedere l’utilizzo del Bim per tutti i lavori di importo superiore a 100 milioni di euro, fino ad arrivare progressivamente, entro il 2025, all’estensione dell’obbligo a tutti i lavori pubblici.

Nei primi anni di progettazione BIM oriented il progetto sviluppato è stato gestito grazie a reti locali. I dati grafici e documentali venivano salvati su server locali. Oggi uno dei principali vantaggi offerti dalla condivisione in cloud dei progetti è offerto dalla possibilità di accedervi attraverso piattaforme tradizionali e smart. Oltre a metodi di accesso attraverso computer collegati alla rete, è ora possibile visionare, aggiornare e modificare i dati presenti anche attraverso smartphone o tablets direttamente dal cantiere. (https://www.youtube.com/watch?v=2m_IL99WOzQ).

Una delle società protagoniste dell’uso del sistema BIM, la Graphisoft, (che ha lanciato la rivoluzione BIM con ArchiCAD®, il primo software BIM dedicato agli architetti) ha portato su Cloud la propria piattaforma BIMcloud (https://www.bimportale.com/bimcloud/) che consente un lavoro di squadra in tempo reale e sicuro tra gli architetti, indipendentemente dalle dimensioni del progetto, dall'ubicazione degli uffici. BIMcloud Basic è gratuito ed è disponibile per tutti gli utenti.

Visualizzazioni: 11

Commento

Devi essere membro di movimENTI CULTURALI per aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

© 2018   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio