movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

I tre vincitori del Premio letterario La Giara a confronto: MARCO MARROCCO, ELIANA IORFIDA, SALVATORE LUCA D’ASCIA.  Intervengono i curatori del laboratorio di scrittura creativa Rai Eri PAOLA GAGLIANONE E ALESSANDRO SALAS

 

SABATO 15 MARZO, ORE 12.00 -  SALA OFFICINA 2 Auditorium Parco della Musica ROMA

Il Premio Rai La Giara per romanzi inediti di autori al di sotto dei trentanove anni, si sta sempre più configurando come un efficace osservatorio sulle scritture emergenti. La capillare attività di scouting infatti, realizzata dalle 21 commissioni di esperti presenti in ogni sede RAI, già in pochi anni ha creato le premesse per un vivaio di giovani narratori dalle sicure potenzialità.

L’incontro con i tre giovani vincitori della seconda edizione del premio sarà organizzato come una lezione aperta del Laboratorio di scrittura creativa Rai Eri: tra letture, interviste agli autori e affabulazioni verrà ricostruito il processo da cui nasce ogni narrazione, con il suo stile, la sua particolare atmosfera, il suo ritmo, la sua ricerca di senso.

La diversità di temi e linguaggi dei tre romanzi vincitori permetterà di indagare le diverse motivazioni che sono alla base del racconto surreale di Marco Marrocco, quello crudamente realistico di Luca Salvatore d’Ascia, o ricco di storia e tradizioni di Eliana Iorfida.

Paola Gaglianone e Alessandro Salas, che da sei anni curano il laboratorio di scrittura creativa della Rai, condurranno il pubblico in questo raffronto tra voci narranti diverse, sottolineando come il disagio esistenziale sia il filo rosso che congiunge i romanzi vincitori delle due edizioni del premio.

Nelson, lo sbilenco protagonista di Come l’antenna per i passeri di Marco Marrocco, getta infatti una luce sul labile confine tra follia e normalità in una Roma desolata e periferica; Supersonico di Salvatore D’Ascia proietta invece nei tortuosi vicoli di Napoli, la vicenda di un adolescente e della sua dolorosa iniziazione alla camorra, mentre Sette paia di scarpe, di Eliana Iorfida, allarga lo sguardo fino alla Siria, solo apparentemente distante dalla nostra cultura mediterranea, dove la giovane Aidha va alla ricerca delle sue radici.

 

 

www.premioletterariolagiara.it

 

 Per informazioni: Gabriella Ricciardi 333.8551541

Visualizzazioni: 56

Commento

Devi essere membro di movimENTI CULTURALI per aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

© 2020   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio