movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

È stata prorogata fino al 31 gennaio alla fondazione Volume! di Roma la mostra Vuoto dell’artista tedesco Thomas Lange.

Lange nasce a Berlino nel ’57 e si impone sulla scena artistica dell’ex Berlino Ovest fra i così detti “Giovani Selvaggi” degli anni’70. Dagli anni novanta, dopo la sua partecipazione alla Biennale di Venezia, si muove spesso tra la Germania e l’Italia, dove ha anche insegnato presso la Accademia di Belle Arti di Brera a Milano.

Questa di Roma è in pratica un’istallazione unica (anche se articolata in diverse parti), creata appositamente per gli spazi della galleria Volume!. Una sorta di quadro tridimensionale barocco (o un’architettura pittorica?) che ricopre pavimenti, pareti e soffitti con dipinti e sculture dai colori molto accesi, che ricordano l’espressionismo astratto di Pollock.

Lo spettatore si addentra in un’opera in progress, a metà strada tra l’astratto e il figurativo, realizzata e stratificata secondo un “ordine caotico”, di cui è invitato a ricostruirne il racconto. In questo viene guidato, o depistato, dalla presenza di alcuni elementi e oggetti, che sembrano a volta accennare ad una storia oppure che potrebbero essere stati accatastati lì dove si trovano con un intento puramente estetico.

Fino 31 gennaio 2015; fondazione Volume!; via Francesco di Sales 86/88, Roma. Info: www.fondazionevolume.com

Visualizzazioni: 35

Commento

Devi essere membro di movimENTI CULTURALI per aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

© 2020   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio