movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

EC(m1). L'Ecosistema in tempo reale della Cultura nel 1° Municipio di Roma

Dettagli evento

EC(m1). L'Ecosistema in tempo reale della Cultura nel 1° Municipio di Roma

Ora: 27 Settembre 2013 a 31 Ottobre 2013
Luogo: 1° MUNICIPIO del Comune di Roma
Città: Roma
Sito web o mappa: https://www.facebook.com/grou…
Tipo di evento: cultura, web, social network, network culturale, territorio, roma, open data
Organizzato da: Art is Open Source / Assessorato alla Cultura del Primo Municipio di Roma
Attività più recente: 27 Set 2013

Esporta in Outlook o iCal (.ics)

Descrizione evento

EC(m1) è usistema che cattura e visualizza in tempo reale l'attività pubblica dei cittadini che usano i social network per esprimersi sulla cultura (Musica, Teatro, Cinema, Arti, Editoria, Tradizioni, Storia, Sport, Turismo, Media).

Il sistema sfrutta la possibilità, offerta dai social network, di conoscere in tempo reale i contenuti pubblicati da utenti ed operatori. Questi contenuti vengono catturati appena generati nell'area territoriale di interesse, e analizzati usando una serie di tecnologie (Analisi di Linguaggio Naturale, Analisi Emozionale, Geo-coding, Analisi di Rete e Relazionale) tramite cui vengono arricchiti delle informazioni riguardanti i temi che affrontano, le emozioni che esprimono e il luogo da cui sono stati pubblicati.

Tutte le informazioni vengono visualizzate in tempo reale, e rese pubbliche tramite la costituzione di una sorgente di Open Data in tempo reale.

 

È la prima volta che una operazione del genere è stata realizzata e messa a disposizione di una amministrazione pubblica e, tramite gli Open Data, agli operatori e i cittadini, che la potranno usare per conoscere in maniera approfondita il panorama culturale della loro città, scoprire opportunità per collaborare e dialogare, studiare l'antropologia della cultura della città per aiutare ad emergere fenomeni innovativi, creare servizi innovativi tramite in web e la mobilità.

È un modello replicabile, pronto per essere adottato da altre amministrazioni, e interoperabile, consentendo il confronto diretto tra territori diversi, permettendone di capire le caratteristiche e le pratiche.

Ad oggi sono stati raccolte informazioni che consentono di identificare la presenza sul territorio di interesse di:

  • circa 7000 operatori della cultura (associazioni, aziende, organizzatori di eventi e di formazione...) e dei loro settori di interesse (musica, teatro, arti, editoria...)
  • circa 2 milioni di cittadini e turisti di interesse (ovvero per i quali sia ragionevolmente certa la loro espressione rilevante su temi/eventi, distinguendola dal tipico “rumore di fondo” presente sui social network)

I risultati sono raccolti ed elaborati in 29 lingue differenti.

L'azione di raccolta ed elaborazione è tutt'ora in corso. A regime, il processo si svolgerà in tempo reale.

 

Il sistema e le visualizzazioni sono ideati e realizzati da Art is Open Source, ed emergono dalle considerazioni e dalla volontà dell'Assessorato alla Cultura del Primo Municipio di Roma di avviare una sperimentazione sul campo capace di confrontarsi con le trasformazioni sociali e culturali contemporanee, aprirsi a nuove forme di Open Data, immaginare nuovi ed inediti strumenti per l'ascolto, le policy, la collaborazione.

Per iniziare a discutere sul campo gli usi e lo sviluppo della piattaforma, è stato creato il gruppo Facebook “EC(m1)” disponibile a questo link:

https://www.facebook.com/groups/160396644158889/

Spazio commenti

Commento

RSVP perché EC(m1). L'Ecosistema in tempo reale della Cultura nel 1° Municipio di Roma possa aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

Commento da Maurizio Caminito su 27 Settembre 2013 a 11:03

Il sistema:

  1. cattura l'attività pubblica degli operatori (che pubblicizzano e comunicano eventi e iniziative) e dei cittadini (che vi partecipano, le valutano e raccontano, e si esprimono su temi culturali nella loro vita quotidiana)
  2. comprende i temi delle discussioni online (es.: arte contemporanea, editoria...) e degli stati emozionali espressi (es.: la gioia di un operatore nel comunicare una nuova iniziativa; la sorpresa e l'attesa di un cittadino per prendervi parte; la soddisfazione o la delusione dopo avervi partecipato)
  3. rappresenta tutte le informazioni in maniera visuale, generando tre diverse rappresentazioni infoestetiche dei dati:
  • lo spazio, la geografia della cultura: una mappa generata in tempo reale rappresenta i luoghi dove si fa cultura (locali, teatri, sedi di associazioni, cinema, sale da concerto), e i luoghi dove le persone si esprimono sulla cultura (dove sono i cittadini che vanno a mostre, spettacoli ed eventi, da dove si spostano per partecipare, da dove ne parlano …)
  • il tempo della cultura: una timeline mostra la distribuzione temporale della comunicazione in fatto di cultura realizzata dagli operatori e dal pubblico, che reagiscono alle notizie comunicando ed esprimendo pareri
  • le relazioni della cultura: una mappa di connessioni che evidenzia come gli operatori e i cittadini si relazionano tra loro, collaborando, partecipando, comunicando, esprimendo pareri
  1. mette a disposizione tutte le informazioni catturate, semplici ed aggregate, sotto forma di una innovativa sorgente di Open Data, disponibile e aggiornata in tempo reale
  2. contribuisce a formare il censimento continuo, in tempo reale, della cultura, che include sia gli operatori che fanno cultura sia i cittadini che vi partecipano e ne discutono pubblicamente.

Partecipo (3)

Potrei partecipare (1)

© 2022   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio