movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

BIENNALE ARCHITETTURA. Il tema centrale è il COMMON GROUND

Dettagli evento

BIENNALE ARCHITETTURA. Il tema centrale è il COMMON GROUND

Ora: 29 Agosto 2012 a 11 Novembre 2012
Luogo: Giardini e all’Arsenale
Città: Venezia
Sito web o mappa: http://www.labiennale.org/it/…
Tipo di evento: mostra, biennale, architettura
Organizzato da: La Biennale di Venezia
Attività più recente: 20 Set 2012

Esporta in Outlook o iCal (.ics)

Descrizione evento

 La 13. Mostra Internazionale di Architettura, diretta da David Chipperfield e intitolata Common Ground, sarà aperta al pubblico ai Giardini e all’Arsenale dal 29 agosto al 25 novembre 2012. (a href="http://www.labiennale.org/it/architettura/mostra/chipperfield/" target="_blank">http://www.labiennale.org/it/architettura/mostra/chipperfield/>) Il tema centrale di questa Biennale 2012 - afferma Chipperfield - è ciò che abbiamo in comune. L’ambizione di Common Ground è soprattutto quella di riaffermare l’esistenza di una cultura architettonica costituita non solo da singoli talenti, ma anche da un ricco patrimonio di idee differenti riunite in una storia comune, in ambizioni comuni, in contesti e ideali collettivi. Il terreno comune (in contrapposizione allo spazio pubblico) implica un territorio condiviso all’interno di un contesto di differenze. Il tema identifica la ricerca degli elementi condivisi all'interno di ciò che è apparentemente diverso, e ci aiuta ad elaborare strategie per affrontare la nostra condizione comune e il nostro stranamente costante bisogno di sentirci parte di un mondo più grande di quello necessario al benessere individuale. Naturalmente Common Ground si riferisce anche alle idee che condividiamo sull’architettura, entro e oltre i nostri stessi confini professionali. Il titolo ci invita a riflettere su come poter meglio indirizzare queste intuizioni condivise, queste preoccupazioni e queste aspettative. In architettura tutto inizia dal terreno. È il punto di partenza fisico in cui tracciamo il primo segno scavando le fondamenta che sosterranno il nostro riparo. Nel terreno tracciamo la linea che definisce il confine tra ciò che è privato e ciò è che comune. Oggi la nostra relazione con il terreno non è più così diretta, ma rimane fondamentale per capire come e dove siamo.

Mentre il mondo sembra assecondare sempre più gli obiettivi del singolo, appare sempre più difficile definire l’idea di comunità, di città, di pubblico e di comune.

In una città desideriamo ancora trovare i simboli che suggeriscono l’identità collettiva: le grandi istituzioni, il centro urbano, le piazze e i luoghi di pubblico incontro. Le nostre città possono essere interpretate come la forma fisica di una tensione dinamica tra l’individuale e il collettivo. Le visioni radicali proposte e realizzate dal movimento moderno non hanno mai sostituito le immagini convenzionali che utilizziamo per rappresentare la nostra idea di pubblico e privato: le strade, le piazze, i portici, i viali.

Spazio commenti

Commento

RSVP perché BIENNALE ARCHITETTURA. Il tema centrale è il COMMON GROUND possa aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

Partecipo (1)

© 2022   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio