movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

Con CARAMBOLAGES lo spirito di Warburg entra al Grand Palais

Dettagli evento

Con CARAMBOLAGES lo spirito di Warburg entra al Grand Palais

Ora: 1 Maggio 2016 a 4 Luglio 2016
Luogo: Grand Palais
Via: 3, avenue du Général Eisenhower
Città: Parigi
Sito web o mappa: http://www.grandpalais.fr
Tipo di evento: mostra, arte, museo
Organizzato da: Grand Palais
Attività più recente: 29 Giu 2016

Esporta in Outlook o iCal (.ics)

Descrizione evento

Con la mostra Carambolages, allestita al Grand Palais di Parigi da Jean-Hubert Martin e aperta fino al 4 luglio 2016, viene proposta ai visitatori una forma originale di fruizione delle opere d’arte. Un modo innovativo di comprendere le immagini artistiche, che affonda le sue radici culturali nella ricerca delle assonanze e dei rimandi tra un’opera e l’altra, che ha avuto in Aby Warburg l’esponente più rigoroso e determinato.

Com’è noto, tutta la vita di Warburg è stata spesa nella ricerca del significato dell’immagine nel suo relazionarsi ad altre immagini. Col concetto di Nachleben, ovvero “sopravvivenza”, Warburg mostrava come nel Rinascimento fiorentino fossero riapparse delle figure appartenute alla classicità greca.  Per Warburg rintracciare e ricostruire la storia di un’immagine significa superare l’abituale concezione crono-logica del tempo, inteso come successione di momenti.

Del resto Warburg organizzò anche i volumi della sua biblioteca, oggi parte del Warburg Institut (http://warburg.sas.ac.uk/home/), non con criteri di ordinamento alfabetico o di catalogazione, ma secondo la “regola del buon vicinato”, ossia secondo un criterio associativo-contenutistico, coerente con la sua concezione di cultura come luogo intellettuale nel quale tutte le discipline si incontrano, si rimandano e si compenetrano.

Certo, per comprendere a pieno il senso della mostra, bisognerebbe essere teletrasportati a Londra il 25 maggio, quando, dalle 10.00 alle 18.00 è previsto l’Open Day dell’Istituto, con visita guidata alla biblioteca e visione di filmati su Warburg. Ma per ora ci dobbiamo accontentare dei viaggi…nel web.

Ma torniamo alla mostra parigina. In Carambolages Jean-Hubert Martin riscrive una geografia personalissima attraverso più di 180 opere, attingendo a un archivio di oggetti provenienti da circa quaranta istituzioni, rielaborato su una base di confronti che riflettono “associazioni” tra le opere, aldilà di ogni classificazione e nomenclatura.

Ribaltando gli schemi ricorrenti della storia dell’arte, le opere vengono raggruppate secondo affinità formali o mentali. Normalmente le categorie spazio-temporali costituiscono la spina dorsale del museo, in cui la storia dell’arte regna. Qui, invece, si esce dalla successione cronologica, e dalla ricostruzione del contesto di creazione. Al di là della storia lineare dell’arte, gli oggetti sono riuniti per la loro capacità di evocazione e di suggestione.

 

 Viene bandito qualunque supporto scritto, sostituito da tablet su cui scorrono le riproduzioni dei pezzi esposti.

 

(FONTE: Art Tribune)

 

Spazio commenti

Commento

RSVP perché Con CARAMBOLAGES lo spirito di Warburg entra al Grand Palais possa aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

Partecipo (2)

© 2021   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio