movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

La Biennale di Architettura di Venezia: risposte alla povertà e al disagio sociale

Dettagli evento

La Biennale di Architettura di Venezia: risposte alla povertà e al disagio sociale

Ora: 29 Maggio 2016 a 27 Novembre 2016
Luogo: Arsenale e Giardini
Città: Venezia
Sito web o mappa: http://www.labiennale.org/it/…
Tipo di evento: biennale, venezia, architettura
Organizzato da: Biennale di Venezia
Attività più recente: 30 Giu 2016

Esporta in Outlook o iCal (.ics)

Descrizione evento

Il cuore della 15° Mostra internazionale di Architettura di Venezia, aperta da sabato 28 maggio al 27 novembre, è abitato dal disagio urbano, dai conflitti, dalle periferie del mondo. Alejandro Aravena, curatore cileno di questa edizione, ha chiesto infatti a questa edizione, “Reporting from the front”  (http://www.labiennale.org/it/architettura/), di raccontare come l’architettura pensa alle necessità più impellenti, alle urgenze che ci pongono le tante crisi che stiamo attraversando e di guardare a una cooperazione tra architettura, esigenze ambientali e sociali.

“La nostra proposta – scrive Aravena - è duplice: da una parte, vorremmo ampliare la gamma delle tematiche cui ci si aspetta che l’architettura debba fornire delle risposte, aggiungendo alle dimensioni artistiche e culturali che già appartengono al nostro ambito, quelle sociali, politiche, economiche e ambientali. Dall’altra, vorremmo evidenziare il fatto che l’architettura è chiamata a rispondere a più di una dimensione alla volta, integrando più settori invece di scegliere uno o l’altro.”

Il simbolo di tale ottica sono i 10mila mq di cartongesso e 14 chilometri di strutture metalliche recuperate dalla Biennale 2015 che costituiscono l’allestimento dell’Arsenale.

Nessuno spazio, quindi, alle architetture spettacolari, che ci arrivano da paesi ricchi e opulenti. Questa mostra propone di concentrarsi su tutt’altre dimensioni, perché ci sono situazioni stringenti da affrontare come quelle dettate dalla povertà e dal pericolo. Non mancano le archistar, da David Chipperfield a Renzo Piano, ma a loro non è stato chiesto di mostrare grattacieli sorprendenti e strutture avveniristiche, ma di raccontare come hanno saputo progettare soluzioni per alleviare il disagio sociale.

Tra i padiglioni europei colpisce quello della Germania che presenta la mostra “Making Heimat” (http://www.makingheimat.de/) con grandi fotografie che mostrano i progetti dei quartieri stanziali già costruiti per ospitare il milione di rifugiati arrivati quest'anno.

 “Taking care” è il titolo del padiglione Italia che propone una serie di lavori di recupero di luoghi abbandonati da trasformare e riutilizzare come spazi comune o progetti di piccoli luoghi ad alto tasso di socialità, come i BiblioHUB, strutture mobili per il prestito di libri, ma non solo.

 

(FONTE: La Repubblica)

Spazio commenti

Commento

RSVP perché La Biennale di Architettura di Venezia: risposte alla povertà e al disagio sociale possa aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

Partecipo (1)

© 2021   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio