movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

Roma, 19 settembre si inaugura la GALLERIA NAZIONALE D'ARTE ANTICA a Palazzo Barberini

Dettagli evento

Roma, 19 settembre si inaugura la GALLERIA NAZIONALE D'ARTE ANTICA a Palazzo Barberini

Ora: 8 Settembre 2010 a 19 Settembre 2010
Luogo: Palazzo Barberini
Via: PALAZZO BARBERINI Via delle Quattro Fontane, 13 - 00184 ROMA 0
Città: Roma
Sito web o mappa: http://galleriabarberini.beni…
Telefono: Centralino museo 0039 06 4824184 - 0039 06 4814591 fax 0039 06 488056
Tipo di evento: inaugurazione, museo
Organizzato da: MiBAC - Galleria Nazionale d'Arte Antica in Palazzo Barberini
Attività più recente: 29 Giu 2011

Esporta in Outlook o iCal (.ics)

Descrizione evento

Terminato il restauro di tutto il piano terreno, che era Circolo Ufficiali, e di cinque sale al piano nobile, il primo: in tutto, 24 luoghi da esposizione. In più, i saloni monumentali, primo quello di Pietro da Cortona.

"Con un nuovo ingresso, una nuova biglietteria, la Galleria d’Arte antica, finalmente diventerà degna del nome - ha dichiarato la soprintendente Rossella Vodret - Abbiamo dovuto attendere 127 anni, come per un auditorium Roma ha dovuto aspettarne 67 dal 1936, ma, ne siamo certi, ne valeva davvero la pena."
Il palazzo, acquistato nel 1949 espressamente per essere destinato a sede della Galleria, per troppo tempo è stato impossibile liberarlo a dovere, specialmente, ma non solo, del Circolo Ufficiali delle Forze Armate (nonostante fosse scaduto perfino il contratto d’affitto); quella che vede la luce non è quindi soltanto una Pinacoteca, ma anche la fine di una brutta avventura.

In mostra, e non più nei depositi, tutta la pittura italiana dalle origini fino (per ora) ai Caravaggeschi;

La serata del 19 settembre 2010 diverrà un evento: dalle 7 di sera a mezzanotte: musica, giochi di luce e danze, senza prenotazione e gratis. Una “navetta” collegherà con i giardini di Palazzo Corsini e l’Orto botanico, dove si suonerà jazz, e Villa Farnesina, per ammirare gli affreschi di Raffaello e Sebastiano del Piombo.
A Palazzo Barberini si attendono code per l’Annunciazione di Lippi, i Caravaggio, la Fornarina.
(al dipinto, che torna dopo due anni di restauri, sarà dedicata una mostra speciale, perché tutti, romani e non, tornino ad abituarsi alla presenza di un capolavoro assoluto).

Nel complesso la collezione è ricchissima di capolavori, soprattutto dei secoli XVI e XVII. Fra questi appunto spicca per notorietà la Fornarina di Raffaello, oltre a dipinti di Andrea del Sarto, del Beccafumi, del Sodoma, del Bronzino, ad opere del Lotto, del Tintoretto, di Tiziano ed El Greco, fino ad opere bolognesi, per arrivare alla fine del secolo con la splendida Giuditta che taglia la testa ad Oloferne del Caravaggio e al grande Seicento con opere di Reni, Domenichino, Guercino, Lanfranco, Bernini, Poussin, Pietro da Cortona, Gaulli, Maratta.

(Fr. Fabio Isman,"Galleria Nazionale d'Arte antica. Il sogno si avvera a Palazzo Barberini", Il Messaggero, merc. 8 settembre 2010 - http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=117686&sez=HOME_SPETTACOLO )

Spazio commenti

Commento

RSVP perché Roma, 19 settembre si inaugura la GALLERIA NAZIONALE D'ARTE ANTICA a Palazzo Barberini possa aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

Commento da Maurizio Caminito su 29 Giugno 2011 a 13:14

Un aggiornamento al 30 giugno 2011. "Nell'anno dei 150 anni dall'Unità Roma ha finalmente la sua grande Galleria nazionale d'arte antica". Così la soprintendente speciale al polo museale romano Rossella Vodret presenta il restauro del secondo piano di Palazzo Barberini, che schiude dieci sale con un repertorio di duecento dipinti dal Seicento al Settecento, dal Barocco al Neoclassicismo, che abbinati alla collezione che sfila tra piano terra e piano nobile, datata dal XII secolo, arriva ad un patrimonio mozzafiato di cinquecento lavori. Alcuni dei quali, come il Giove e Ganimede di Raphael Mengs ("E' uno scherzo - spiega la Vodret - eseguito dal grande artista tedesco imitando un affresco antico per prender in giro l'amico e collega Winckelmann e il suo amore per l'antico e i temi dell'omosessualità") o l'Urbano VII del Bernini mai visti prima

 

Tra i progetti futuri, avverte la Vodret, anche 1700 metri quadrati al piano terra da adibire a spazio mostre temporanee da aprire a novembre con una mostra su Guercino in onore di sir Denis Mahon.

Partecipo (1)

© 2023   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio