movimENTI CULTURALI

Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione

BIBLIOTECHE DI ROMA e OPEN DATA. Ora è tutto on line

Da alcuni giorni è comparso sul portale BIBLIOTU delle Biblioteche di Roma un nuovo contenuto, anzi una messe di dati assai interessanti, in forma di OPEN DATA, prodotti ed estratti dal sistema gestionale in modo totalmente automatico, accessibili a tutti gratuitamente e usabili, altrettanto liberamente, anche a scopo commerciale da terze parti (www.bibliotechediroma.it/open-data-biblioteche-di-roma).  

 Tutte le biblioteche sono depositarie di grandi quantità di dati che restano ancora largamente inutilizzate, sia nell’analisi delle abitudini di lettura che nell’implementazione di nuovi servizi bibliotecari. Il campo del “machine learning”, degli algoritmi che apprendono dai dati e migliorano la propria performance nel tempo in funzione dei dati, è oggi largamente usato in ambito privato, ma quasi del tutto inutilizzato nell’ambito dei servizi bibliotecari pubblici.

Una delle poche eccezioni è rappresentata dall’impegno del Sistema Bibliotecario Nord-Ovest Milano che indica quello degli Open data come uno dei terreni di cooperazione all’interno di una auspicabile “Rete delle Reti” dei sistemi bibliotecari italiani. Ma è necessario ampliare la platea delle biblioteche che si “aprono” a questa tematica.

E’ quindi da salutare con favore il progetto “Open Data e Biblioteche di Roma”, che prende le mosse in questi giorni. Il primo obiettivo dichiarato dell’operazione è sicuramente quello di avere da ora in poi un riferimento oggettivo per referenziare l’Istituzione e le proprie attività verso l’esterno, ma l’auspicio è che anche questa operazione possa essere di stimolo per chiunque desideri utilizzare le informazioni per nuovi progetti e per altre biblioteche o sistemi bibliotecari italiani.

Gli Open Data, disponibili in differenti formati: CSV, Excel e JSON e con licenza Creative Commons 4.0 Attribuzione (CC BY 4.0), sono stati organizzati e suddivisi in 3 principali raggruppamenti:

•Gruppo "Dati Propri", che contiene i dati che contribuiscono a definire “chi siamo” rendendo disponibili in download e riuso l’elenco del posseduto (l’intero catalogo dei documenti del polo), l’anagrafica degli iscritti (dati resi anonimi), l’anagrafica delle sedi con i contatti e le informazioni di base

•Gruppo "Prodotto", popolato con i dati che descrivono le attività ed i servizi erogati dalle Biblioteche di Roma

•Gruppo "Altri Dati", dove sono resi disponibili dati derivati che potrebbero comunque risultare interessanti

Ogni set di dati è descritto da una pagina che contiene le informazioni principali, la data di inizio della produzione dei dati e la descrizione dei campi della tabella.

Con un click sul bottone rosso “Open Data” si accede alla pagina successiva che contiene i link per il download dei differenti files.

In questa prima fase di avvio del servizio sono stati definiti i set principali che potranno essere integrati con altri set sulla base delle riflessioni che deriveranno anche a seguito di segnalazioni o richieste che dovessero pervenire dall’esterno.

Per approfondire

L’argomento è stato trattato nel seminario “Open Data, Machine Learning e Biblioteche”, organizzato da MLOL in collaborazione con Mediatech Group, presso la Biblioteca Sormani di Milano nel novembre del 2016. Qui si trova la documentazione video degli interventi: https://blog.mlol.it/2016/11/09/mlod16-open-data-machine-learning-biblioteche-sormani-milano-mlol/

Un'importante pubblicazione sull'argomento è “Le reti della lettura. Tracce, modelli, pratiche del social reading” a cura di Chiara Faggiolani e Maurizio Vivarelli (Editrice bibliografica, 2016), che analizza il fenomeno del social reading all’interno del paradigma dei big data, della data analytics e della network science, e discute gli esiti delle analisi effettuate su dati provenienti da aNobii: http://www.editricebibliografica.it/scheda-ebook/aa-vv-faggiolani-chiara-vivarelli-maurizio/le-reti-della-lettura-9788870759303-397162.html

Visualizzazioni: 84

Commento

Devi essere membro di movimENTI CULTURALI per aggiungere commenti!

Partecipa a movimENTI CULTURALI

© 2018   Creato da Maurizio Caminito.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio